Estetica

 
Medicina e Chirurgia Estetica

R

IDEFINIZIONE DEL PROFILO, CONTORNI DEL VISO, LABBRA 
Il rimodellamento dei contorni del viso si ottiene con trattamenti di medicina estetica che riparano i cambiamenti a carico delle strutture di sostegno, con metodi iniettivi ad effetto ristrutturante e Filler di Acido ialuronico. Per le labbra varie dovranno essere le metodiche usate per migliorare bocca e sorriso, ad esempio attraverso la blefaroplastica non chirurgica-plexr

L

IPORIDUZIONE NON CHIRURGICA DEL DOPPIO MENTO
L’intralipoterapia è un’innovativa tecnica di infiltrazione per il trattamento non chirurgico delle adiposità localizzate, per tutti quei soggetti che non desiderano sottoporsi ad un intervento di lipoaspirazione.

T

RATTAMENTO DELLE IPERCROMIE CUTANEE (MACCHIE)
Tra gli interventi più innovativi disponiamo nel nostro studio di una tecnica denominata Plexer. Con questo trattamento si disintegra il pigmento in eccesso, eliminando anche i tessuti macchiati. Alternativa è il trattamento Dermamelan, una terapia depigmentante costituita da una maschera specifica che viene attivata da una lampada al plasma, seguita da terapia domiciliare.

T

OSSINA BOTULINICA
Il trattamento con la tossina botulinica permette di donare al viso un aspetto rilassato, disteso e più fresco, soprattutto per le rughe orizzontali e verticali della fronte e quelle attorno agli occhi. Modulando il dosaggio in modo opportuno è possibile ottenere la scomparsa delle rughe, ma non dell’espressività.

C

ORREZIONE DEL NASO NON CHIRURGICA CON RINOFILLER
ll Rinofiller è una tecnica non chirurgica per uniformare la forma del naso avvalendosi di materiali di riempimento (fillers).

T

RATTAMENTO DI XANTELASMI CON PLEXR
Lo xantelasma è una neoformazione nodulare legata ad un deposito di colesterolo manifesta sempre in prossimità delle palpebre superiori. Per l’eliminazione dello xantelasma, la medicina estetica propone una serie di trattamenti non invasivi ed esenti dal lasciare esiti cicatriziali.

C

ARBOSSITERAPIA VISO, COLLO, DECOLLETE’, CORPO
La Carbossiterapia è un trattamento iniettivo che prevede la somministrazione di anidride carbonica (CO2) a livello sottocutaneo ed è usata per stimolare la circolazione e combattere la cellulite. Tuttavia, la carbossiterapia può essere effettuata su tutto il viso per trattare le aree più soggette a rilassamento e invecchiamento cutaneo: guance, zona delle tempie, collo e qualche volta fronte; anche nella zona perioculare per combattere le tanto odiate borse.

S

EFFILLER-CELLULE STAMINALI
La terapia rigenerativa grazie all’innesto delle cellule staminali, presenti nel proprio tessuto sottocutaneo, permette di ringiovanire il tessuto e ridonare tono, turgore e lucentezza alla pelle, attraverso il trattamento ambulatoriale di pochi minuti “SEFFILLER”. Il paziente può riprendere immediatamente la propria vita sociale e lavorativa.

L

IPOSUZIONE NON CHIRURGICA
Le adiposità localizzate sono accumuli di grasso che tendono a permanere anche se seguiamo una dieta corretta ed equilibrata e nonostante si pratichi attività fisica. La causa è in gran parte genetica. Vengono iniettate le zone in cui sono presenti gli accumuli di grasso mediante un ago molto sottile. L’intralipoterapia è ritenuta un’efficace alternativa alla liposuzione, non rischiosa né traumatica, in quanto si riesce ad ottenere una considerevole distruzione del tessuto adiposo.

C

ICATRICI E ACNE
Attraverso il Laser CO2 frazionato, si induce una retrazione delle fibre di collagene determinando in questo modo una maggior tensione della cute.
È indicato per il trattamento delle cicatrici d’acne o di altra natura, per l’eliminazione di rughe superficiali, di pori dilatati, di macchie solari e di lentigo solare senile.

E

PILAZIONE CON IPL
7 sedute, con intervalli di tempo di un mese. Con questo protocollo generalmente si ottiene una depilazione permanente del 99% dell’area trattata.

A

UTOTRAPIANTO DI CAPELLI
F.U.E. – Follicular Unit Extraction è una procedura microchirurgica, che consente il prelievo di singole unità follicolari direttamente dal cuoio capelluto, dalla parte posteriore della nuca ed eventualmente dalle regioni laterali del capo ed il loro trapianto. Terminato l’intervento il paziente può tornare a casa, con un bendaggio di 24 ore nella zona di prelievo.
Già entro 8-10 giorni dall’autotrapianto sarà possibile osservare l’attecchimento dei bulbi trapiantati, mentre si dovrà aspettare 2-3 mesi per veder spuntare i capelli definitivi. A distanza di 6 mesi dall’intervento si potrà ammirare la folta chioma che ha preso il posto delle aree glabre e che continuerà a rinvigorirsi entro 1 anno dal trattamento chirurgico.